Antichi Vitigni

Nel 1883 il giovane parlamento italiano pubblicava gli atti della giunta per l’inchiesta agraria “sulle condizioni della classe agricola”. A pagina 491 del volume XI a proposito del comune di Pitigliano si legge che tra le varieta’ piu’ coltivate per quantita’ e qualita’ sia bianche che rosse erano le uve della famiglia dei nocchianelli. Quasi cento anni dopo quei vitigni erano praticamente scomparsi.

Nel 1979 la cantina cooperativa, sostenuta dalla cassa rurale e con la collaborazione dell’Università di Pisa e del C.R.A.I di Arezzo, avviava un progetto di recupero e salvaguardia degli antichi vitigni.

Ne furono individuati e recuperati 29: uva angiola, nocchianello bianco (reale,peloso, spiga di granturco,gazzarretto, uva nocchiana,greco, duro persico, riminese, uva regina, uva vacca, procanico, ansonica, malvasia, moscato bianco, grechetto rosa, nocchianello nero,tintaia,calabrese,rosso che scroccheggia,nero che scroccheggia, pampinone, granè, morellino, aleatico, moscato di sapgna, sangiovese, uva rosa, bongilè.

Fu realizzato uno studio pubblicato nel 1985 sull’Informatore Agrario (vol.XLI 30))e piantato un vigneto collezione che ora purtroppo non esiste più.

Oggi il Consorzio di Tutela, sempre con il sostegno della BCC e con la collaborazione dell’Università di Pisa e del C.R.A.I di Arezzo, riprende quel progetto per realizzare nei prossimi cinque anni un nuovo vigneto collezione che oltre ai vecchi vitigni recuperi le antiche forme di allevamento e individui delle varietà idonee ad essere registrate ed inserite nel disciplinare di produzione per accrescere l’identità della denominazione e il suo legame con il territorio.

I Vitigni:

SOAVE garganega – trebbiano di soave

LESSINI DURELLO    durella

GAMBELLARA    garganega

COLLI EUGANEI moscato giallo – serprino

BIANCO DI PITIGLIANO E SOVANA trebbiano toscano – sangiovese – ciliegiolo

TUSCIA aleatico

FRASCATI malvasia di candia

CAMPI FLEGREI falangina – piedirosso

VESUVIO  coda di volpe

ISCHIA biancolella

ETNA carricante – nerello

EOLIE    malvasia – corinto nero

PANTELLERIA   zibibbo